Al Politecnico di Torino si parla di bigdata giudiziari e di JurisWiki

05/07/2016, 11:46

Mercoledì 13 luglio a Torino: Verso i bigdata giudiziari? Problemi di privacy e copyright nella diffusione di sentenze sul web


Come avviene ogni secondo mercoledì del mese, il Centro Nexa su Internet e Società del Politecnico di Torino organizza un dibattito monografico su alcuni temi strategici per la società dell'informazione. Questo mese (che segna l'appuntamento numero 88 dall'inizio della fortunata rassegna di incontri) toccherà proprio al nostro Simone Aliprandi che, in un confronto diretto con l'avvocato Carlo Blengino, introdurrà e illustrerà il tema dei bigdata giudiziari e delle delicate implicazioni giuridiche da esso derivanti. Il titolo completo è "Verso i bigdata giudiziari? Problemi di privacy e copyright nella diffusione di sentenze sul web".

Riportiamo qui sotto la presentazione dell'evento come pubblicata sul sito ufficiale di Nexa e ricordiamo che è possibile seguire in streaming l'evento, con facoltà di interagire in diretta con i relatori. L'appuntamento è quindi a Torino per mercoledì 13 luglio alle ore 18 (vedi dettagli logistici).

 

 

Presentazione dell'evento

Le sentenze e in generale i provvedimenti giurisdizionali rappresentano documenti particolarmente delicati; infatti da un lato sono l'espressione di una fondamentale funzione pubblica (la gestione della giustizia), dall'altro riportano vicende in buona parte private.

Questa "dualità" pone alcune serie problematiche nella gestione della privacy, soprattutto in un mondo come quello di oggi fortemente rivolto alla raccolta, rielaborazione, diffusione di grandi masse di dati (il cosiddetto fenomeno del "big data"). Qual è il confine dell'interesse pubblico a conoscere l'operato della macchina della giustizia? E quale il confine dell'interesse privato a mantenere riservate vicende giudiziarie non sempre piacevoli? Un equilibrio davvero difficile da raggiungere.

A questo livello di criticità se ne aggiunge anche un altro, indipendente ma comunque sovrapposto: quello delcopyright. Buona parte di questi documenti, infatti, pur essendo senza dubbio di pubblico dominio e fuori dalla tutela del copyright, sono raccolti in grande banche dati proprietarie commercializzate (spesso a caro prezzo) dalle case editrici.

 

Biografie dei relatori

- Simone Aliprandi. Avvocato da sempre impegnato nella ricerca e divulgazione su temi di frontiera nell'ambito del diritto della proprietà intellettuale e del diritto delle nuove tecnologie. Ha scritto varie pubblicazioni su questi argomenti e tiene regolarmente conferenze e seminari in giro per l'Italia. Nel 2015 ha lanciato JurisWiki.it: piattaforma collaborativa per la pubblicazione e condivisione di sentenze e altri provvedimenti in ottica open. Blog: http://aliprandi.blogspot.it/. Twitter:https://twitter.com/simonealiprandi.

- Carlo Blengino. Avvocato, svolge la professione esclusivamente nel settore penale, in particolare nel settore dei reati colposi, delle responsabilità professionali e del penale dell'economia, con una particolare attenzione alla proprietà intellettuale ed alle criticità legate all'informatica, alle nuove tecnologie ed alla tutela della riservatezza e dei dati personali. Collabora con alcune riviste on-line tra cui medialaws.eu, Nova.ilsole24ore.com ed ha pubblicato con Giappichelli Editore, UTET Giuridica, EGEA ed Aracne. E' fellow del Nexa Center for Internet & Society del Politecnico di Torino ed ha un blog personale sul quotidiano on-line ilPOST.it.

 

Letture consigliate:

___________________________________________

EDIT: Le slides utilizzate da Simone Aliprandi per il seminario

 

EDIT: Il video integrale del seminario (realizzato con Google Hangout)

 

« Torna al blog