Indicizzato

Corte Costituzionale Ordinanza 105, 1970

Dati identificativi

Autorità giurisdizionale
Corte Costituzionale
Sezione autorità giurisdizionale
Sezione unica
Sede
Sede unica
Anno
1970
Tipo di provvedimento
Ordinanza
Num. identificativo
105
Lingua
Italiano
Data generale
1970-06-16
Data deposito/pubblicazione
1970-06-16
Data dell'udienza in cui è stato assunto
1970-06-04
Numero RG
Inserisci
Materia
Inserisci
Parti
Inserisci
Fonte
Corte Costituzionale - www.cortecostituzionale.it

Testo Ordinanza


LA CORTE COSTITUZIONALE

composta dai signori: Prof. GIUSEPPE BRANCA, Presidente - Prof.
MICHELE FRAGALI - Prof. COSTANTINO MORTATI - Prof. GIUSEPPE CHIARELLI
- Dott. GIOVANNI BATTISTA BENEDETTI - Prof. FRANCESCO PAOLO BONIFACIO -
Dott. LUIGI OGGIONI - Dott. ANGELO DE MARCO - AVV. ERCOLE ROCCHETTI -
Prof. ENZO CAPALOZZA - Prof. VEZIO CRISAFULLI - Dott. NICOLA REALE -
Prof. PAOLO ROSSI, Giudici,

ha pronunciato la seguente

ORDINANZA

nel giudizio di legittimità costituzionale della legge 2 agosto
1948, n. 1036 (disciplina dei tipi e delle caratteristiche degli
sfarinati, del pane e della pasta), e del decreto dell'Alto Commissario
per l'alimentazione 18 novembre 1953, promosso con ordinanza emessa il
29 ottobre 1969 dal pretore di Viggiano nel procedimento penale a
carico di Pallante Antonio, iscritta al n. 463 del registro ordinanze
1969 e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica n. 37
dell'11 febbraio 1970.
Udito nella camera di consiglio del 21 maggio 1970 il Giudice
relatore Francesco Paolo Bonifacio.
Ritenuto che l'ordinanza del pretore di Viggiano propone una
questione di legittimità costituzionale avente ad oggetto la legge 2
agosto 1948, n. 1036, ed il decreto dell'Alto Commissario per
l'alimentazione 18 novembre 1953, in riferimento all'art. 24, secondo
comma, della Costituzione;
che innanzi a questa Corte non si è costituita la parte e non è
intervenuto il Presidente del Consiglio dei ministri;
Considerato che l'ordinanza di rimessione omette ogni esame sulla
rilevanza della questione;
che tale esame, preliminare rispetto alla proposizione della
questione, deve essere condotto dal giudice a quo tenendo anche conto
della circostanza che le disposizioni impugnate sono state
espressamente abrogate dall'art. 54 della legge 4 luglio 1967, n. 580;


per questi motivi
LA CORTE COSTITUZIONALE
ordina che gli atti siano restituiti al pretore di Viggiano.
Così deciso in Roma, in camera di consiglio, nella sede della
Corte costituzionale, Palazzo della Consulta, il 4 giugno 1970.
GIUSEPPE BRANCA - MICHELE FRAGALI -
COSTANTINO MORTATI - GIUSEPPE
CHIARELLI - GIOVANNI BATTISTA
BENEDETTI - FRANCESCO PAOLO BONIFACIO
- LUIGI OGGIONI - ANGELO DE MARCO -
ERCOLE ROCCHETTI - ENZO CAPALOZZA -
VEZIO CRISAFULLI - NICOLA REALE -
PAOLO ROSSI.

Spiegazione Ordinanza

Inserisci