Indicizzato

Corte Costituzionale Ordinanza 163, 1986

Dati identificativi

Autorità giurisdizionale
Corte Costituzionale
Sezione autorità giurisdizionale
Sezione unica
Sede
Sede unica
Anno
1986
Tipo di provvedimento
Ordinanza
Num. identificativo
163
Lingua
Italiano
Data generale
1986-06-27
Data deposito/pubblicazione
1986-06-27
Data dell'udienza in cui è stato assunto
1986-06-24
Numero RG
Inserisci
Materia
Inserisci
Parti
Inserisci
Fonte
Corte Costituzionale - www.cortecostituzionale.it

Testo Ordinanza


LA CORTE COSTITUZIONALE

composta dai signori: Prof. LIVIO PALADIN, Presidente - Prof.
VIRGILIO ANDRIOLI - Prof. GIUSEPPE FERRARI - Dott. FRANCESCO SAJA -
Prof. GIOVANNI CONSO - Prof. ETTORE GALLO - Prof. GIUSEPPE BORZELLINO -
Dott. FRANCESCO GRECO - Prof. RENATO DELL'ANDRO - Prof. GABRIELE
PESCATORE - Avv. UGO SPAGNOLI - Prof. FRANCESCO PAOLO CASAVOLA,
Giudici,

ha pronunciato la seguente

ORDINANZA

nel giudizio di legittimità costituzionale degli artt. 25, 26, 28
e 30 della legge 3 maggio 1982 n. 203 (Norme sui contratti agrari),
promosso con ordinanza emessa il 21 maggio 1986 dal Tribunale di Modena
nel procedimento civile vertente tra la s.p.a. Azienda agricola
Ramondini e Golinelli Enio ed altri, iscritta al n. 768 del registro
ordinanze 1985 e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
n. 4, prima serie speciale dell'anno 1986.
Udito nella camera di consiglio del 21 maggio 1986 il Giudice
relatore Francesco Saja.
Ritenuto che, nel corso di un procedimento tra la s.p.a. Azienda
agricola Ramondini e Golinelli Enio ed altri, ed avente per oggetto la
cosiddetta conversione della mezzadria in affitto, il Tribunale di
Modena con ordinanza del 16 gennaio 1984 (reg. ord. n. 768 del 1985)
sollevava questioni di legittimità costituzionale degli artt. 25, 26,
28 e 30 l. 3 maggio 1982 n. 203, ritenendo che l'istituto suddetto
ledesse posizioni costituzionalmente tutelate del concedente, quali il
diritto a non essere irrazionalmente trattato in maniera deteriore
rispetto al mezzadro (art. 3 Cost.), il diritto al lavoro (art. 4
Cost.), il diritto di iniziativa economica privata (art. 41 Cost.) e il
diritto di proprietà (artt. 42 e 44 Cost.).
Considerato che tutte le questioni debbono essere dichiarate
manifestamente infondate in quanto già decise con sentenza n. 138 del
1984 (v. anche le ordinanze nn. 88 e 250 del 1985).
Visti gli artt. 26 l. 11 marzo 1953 n. 87 e 9 delle Norme
integrative per i giudizi innanzi alla Corte costituzionale.


per questi motivi
LA CORTE COSTITUZIONALE
dichiara manifestamente infondate le questioni di legittimità
costituzionale degli artt. 25, 26, 28, 30 l. 3 maggio 1982 n. 203,
sollevate in riferimento agli artt. 3, 4, 41, 42, 44 Cost. dal
Tribunale di Modena con l'ordinanza indicata in epigrafe.
Così deciso in Roma, in camera di consiglio, nella sede della
Corte costituzionale, Palazzo della Consulta, il 24 giugno 1986.
F.to: LIVIO PALADIN - VIRGILIO
ANDRIOLI - GIUSEPPE FERRARI -
FRANCESCO SAJA - GIOVANNI CONSO -
ETTORE GALLO - GIUSEPPE BORZELLINO -
FRANCESCO GRECO - RENATO DELL'ANDRO -
GABRIELE PESCATORE - UGO SPAGNOLI -
FRANCESCO PAOLO CASAVOLA.
GIOVANNI VITALE - Cancelliere

Spiegazione Ordinanza

Inserisci